Ignora collegamenti di navigazioneHome

News

Il Senato approva un ddl che affossa la buona scuola …… e sui docenti di religione Renzi fa come Ponzio Pilato

Lo Snadir continuerà la battaglia con tutti gli strumenti consentiti dalla legge per tutelare i docenti di religione e l’insegnamento della religione e per vedere realizzata l’immissione in ruolo di tutti gli incaricati annuali tramite uno specifico piano triennale di assunzioni

Renzi non può barattare i posti di lavoro con un modello scolastico aziendalistico. Le immissioni in ruolo e la riforma della scuola devono avere percorsi legislativi diversi

Le immissioni in ruolo possono essere effettuate immediatamente attraverso un decreto di legge, dato il carattere di urgenza che la questione richiede e successivamente – dopo un’adeguata ed approfondita riflessione  - procedere verso una vera riforma scolastica che metta al centro di essa tutti i soggetti coinvolti, senza esclusione alcuna, ciascuno secondo i propri ruoli e funzioni.  

Dalle elezioni del CSPI un buon risultato per lo Snadir

Il dato nazionale indica che lo Snadir ha ottenuto il voto non solo da parte dei propri iscritti ma è riuscito ad ottenere il consenso di altri insegnanti;  se tale consenso è arrivato da colleghi non iscritti è segno che lo Snadir rappresenta anche per loro una garanzia di rappresentatività. E di questa rappresentatività il Governo deve tenere conto.

Ultimi aggiornamenti

Lo SNADIR di nuovo in piazza contro il DDL sulla scuola

Lo SNADIR di nuovo in piazza contro il DDL sulla scuola

Il Governo e il Parlamento dei “super stipendiati” si sono dimostrati ancora una volta indifferenti alle legittime richieste dei docenti di religione, chiudendosi in una ottusa chiusura al dialogo. Invitiamo tutti i colleghi ad essere presenti davanti a MONTECITORIO il giorno 7 LUGLIO, alle ore 16.00, per impedire che questo DDL incostituzionale diventi una legge dello Stato! 

Domande di utilizzazione ed assegnazione provvisoria per l’a.s. 2015/2016

Domande di utilizzazione ed assegnazione provvisoria per l’a.s. 2015/2016

 I docenti di religione a tempo indeterminato potranno presentare le domande di utilizzazione e assegnazione provvisoria dal 1° al 15 luglio 2015, utilizzando i modelli UR1 o UR2

Il Senato approva un ddl che affossa la buona scuola …… e sui docenti di religione Renzi fa come Ponzio Pilato

Il Senato approva un ddl che affossa la buona scuola …… e sui docenti di religione Renzi fa come Ponzio Pilato

Lo Snadir continuerà la battaglia con tutti gli strumenti consentiti dalla legge per tutelare i docenti di religione e l’insegnamento della religione e per vedere realizzata l’immissione in ruolo di tutti gli incaricati annuali tramite uno specifico piano triennale di assunzioni

Sentenza politica della Corte Costituzionale. La Consulta dichiara illegittimo il blocco degli scatti stipendiali, ma non riconosce ai dipendenti pubblici gli effetti retroattivi

Sentenza politica della Corte Costituzionale. La Consulta dichiara illegittimo il blocco degli scatti stipendiali, ma non riconosce ai dipendenti pubblici gli effetti retroattivi

Il blocco degli stipendi dei docenti ha prodotto in questi anni un riduzione del potere d’acquisto del 15%, impoverendo l’intero personale della scuola.  Adesso il Governo non ha più scuse, deve trovare le somme necessarie per la riapertura del contratto di lavoro del personale della scuola e  corrispondere  immediatamente l’indennità di vacanza contrattuale.

Lo Snadir in piazza per continuare la sua battaglia assieme alle altre forze sindacali. Maxiemendamento DDL scuola: ignorate le richieste dei docenti di religione

Lo Snadir in piazza per continuare la sua battaglia assieme alle altre forze sindacali. Maxiemendamento DDL scuola: ignorate le richieste dei docenti di religione

Lo Snadir continua il suo impegno per una scuola democratica e innovativa. Ieri ha partecipato con una propria delegazione alla manifestazione in piazza delle Cinque Lune a Roma (a pochi metri dal Senato) e continuerà a manifestare assieme alle altre forze sindacali che lottano una scuola  di tutti e per tutti

Professione i.r. 06/2015

Professione i.r. 06/2015

Sommario: Dalle elezioni del CSPI un buon risultato per lo Snadir; Ancora un riconoscimento della illegittima condizione dei precari e del loro diritto ad un risarcimento; Il personale docente dichiarato inidoneo per motivi di salute; Non si ferma l’azione dello Snadir per gli insegnanti di religione; Il verbale del Collegio dei docenti; La Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego; La cultura della formazione per una “buona scuola”; Balabolka e gli altri software attacca-bottone; La relazione educativa....

Renzi non può barattare i posti di lavoro con un modello scolastico aziendalistico. Le immissioni in ruolo e la riforma della scuola devono avere percorsi legislativi diversi

Renzi non può barattare i posti di lavoro con un modello scolastico aziendalistico. Le immissioni in ruolo e la riforma della scuola devono avere percorsi legislativi diversi

Le immissioni in ruolo possono essere effettuate immediatamente attraverso un decreto di legge, dato il carattere di urgenza che la questione richiede e successivamente – dopo un’adeguata ed approfondita riflessione  - procedere verso una vera riforma scolastica che metta al centro di essa tutti i soggetti coinvolti, senza esclusione alcuna, ciascuno secondo i propri ruoli e funzioni.  


1 2 3 4 5 6 7 8 9 10