Ignora collegamenti di navigazione

Mobilità 2010/2010: secondo incontro al Miur

 

   Si è svolto il 3 novembre scorso il previsto incontro per la stipula del CCNI concernente la mobilità relativa al prossimo anno scolastico. All'inizio sono stati consegnati alle OO.SS. i dati sintetici complessivi relativi alla mobilità per il corrente anno scolastico: appare evidente che la gran parte dei movimenti è stata effettuata  d'ufficio o a domanda condizionata; ad onor del vero, non si può non riconoscere che buona parte dei trasferimenti e passaggi volontari -  seppur catalogati ufficialmente come avvenuti a domanda -  sono stati comunque determinati da una situazione di esubero che ha incrementato i movimenti.
   Nel corso dell’incontro sono state  affrontate anche altre problematiche di rilevante importanza; ad esempio, è emersa l'urgenza di rivedere le precedenze riconosciute a chi presta l'assistenza ex L. 104/92 e gli ambiti all'interno dei quali essa va riconosciuta, con lo scopo di porre un freno agli abusi che quasi sempre contrastano con le legittime aspettative di chi non gode di alcuna precedenza e che quasi sempre, pur in presenza di un punteggio elevato, si vede sbarrare la strada.
   Esaminando la mobilità per l'anno in corso si è rilevato che molti docenti della scuola primaria, pur in presenza di disponibilità sul sostegno - per il quale avevano titolo - sono rimasti in esubero sul posto comune. Preso atto di quanto sopra, si è giunti alla conclusione di trovare una soluzione prima possibile ma, così come sottolineato dalla delegazione della Federazione Gilda-Unams, sempre  nel rispetto della normativa attualmente vigente, che per i trasferimenti ed i passaggi verso il sostegno prevede l'obbligo della permanenza quinquennale.
   La  delegazione della FGU/Snadir ha ribadito l'indisponibilità della Federazione Gilda-Unams/Snadir a chiudere questo contratto integrativo senza la convocazione di un tavolo parallelo che definisca gli assetti delle nuove classi di concorso volute dal Ministro e, quindi, degli organici per il prossimo anno scolastico; è previsto infatti un notevole esubero -  di cui la mobilità dovrà farsi carico - a causa  della prevista soppressione dell'A075, dell'A076 e dei laboratori compresi nelle Tabelle C e D, nonché un  consistente ridimensionamento di svariate classi di concorso a causa del taglio immediato imposto ai quadri orari di tutti gli indirizzi presenti negli istituti superiori. Sempre su questo punto la delegazione della Federazione Gilda-Unams ha nuovamente invitato l'Amministrazione a far slittare di un anno la riforma, onde consentire un esame più approfondito degli esiti conseguenti agli accorpamenti ed alle soppressioni delle classi di concorso.
   Il prossimo incontro avverrà nella giornata di martedì 10 novembre.

La Delegazione

Snadir - Professione i.r. - mercoledì 4 novembre 2009